Sai Tu la Terra ove i Cedri fioriscono?
Splendon tra le brune foglie Arance d'Oro
pel cielo azzurro spira un dolce zeffiro
umil germoglia il mirto,alto l'alloro........
(J.W. Goethe)

mercoledì 25 febbraio 2015

Torta con cuore di ricotta

Ecco un altro mio debole....la ricotta! direte voi...ma hai un debole per tutto....e già sono una gran golosona e poi come si fa a resistere ad una torta così ricca dal cuore morbido e goloso,quando la vidi sul blog di Stefania stavo praticamente affondando i denti nel monitor :P,poi lei è bravissima,vedrete se non dico la verità!!!
Io come al solito l'ho resa un pò più golosetta aggiungendo delle goccine di cioccolata fondente,è fantastica e si prepara in due mosse,provatela e la rifarete ancora e ancora.













Ingredienti:

per uno stampo dal diametro 20

210g di farina
80g di burro
120g di zucchero
2 uova
50ml di latte
60 ml di liquore all'arancia (tipo Cointreau o simile)
10g di lievito per dolci
un pizzico di sale

Per il ripieno:

2 uova
350g di ricotta
50g di zucchero
buccia d'arancia grattugiata 1
goccine di cioccolato q.b. o in pezzetti

Preparazione:

Iniziate mettendo a sciogliere a bagnomaria il burro,a parte in una ciotola setacciate farina e lievito,ancora a parte montate le uova con lo zucchero in questo composto unite il burro fuso freddo,il liquore ed il latte,di seguito aggiungete la farina con il lievito e il sale,quindi amalgamate il tutto e versate in uno stampo imburrato e infarinato.

Preparate il ripieno:

Sempre con le fruste elettriche mescolate le uova con lo zucchero,la buccia grattugiata d'arancia, la ricotta (messa a scolare almeno tutta una notte),lavorate fino ad ottenere un composto cremoso in ultimo unite le gocce di cioccolata,quindi versate il tutto nella stesso stampo sull'impasto precedente.

 Infornate in forno statico e preriscaldato a 180° per 45 minuti circa.
Sformate quando si sarà ben raffreddata e spolverate con zucchero a velo,servite e gustate magari accompagnandola ad un caffè non troppo dolce.
































domenica 22 febbraio 2015

Mini Plumcake all'Arancia e semi di Papavero

Vi lascio oggi dei mini plumcake all'arancia super vitaminici,l'interno ha un cuore davvero morbidissimo l'esterno invece è coperto da una dolce glassa che vi darà le giuste calorie e la grinta per affrontare l'intera giornata.L'idea nasce da una ricetta di Alice cucina che io ho un pò riadattato secondo gusti ed esigenze,spero vi piaccia e vi invito a provarli poi mi direte se un solo assaggio vi è bastato ;)

























Ingredienti:

Dose per 3 mini plum cake o per uno stampo da cm 25 x cm 12

180g di Farina
170g di zucchero
150g di burro
125g di succo di arancia
3 uova
2 cucchiai di zucchero di canna
1 cucchiaio di semi di papavero
1/2 bustina di lievito per dolci
la buccia grattugiata di 1 limone
1 arancia
un pizzico di sale

Zucchero fondente




Preparazione:

Mettete a sciogliere dolcemente il burro,lavate e grattugiate la buccia del limone e mettetela da parte,in una boule unite uova e zucchero e sbattete con frutte elettriche fin tanto che non otterrete u composto spumoso quindi aggiungete la farina setacciata con il lievito,il burro fuso freddo,i semi di papavero,il succo dell'arancia,la scorza grattugiata del limone e il pizzico di sale,mescolate per bene e versate il composto nello stampo apposito precedentemente imburrato ed infarinato,mettete in forno statico e preriscaldato a 180° per circa 40 minuti.

Nel frattempo in una padella mettete lo zucchero di canna e alcune fette d'arancia tagliate molto sottili,lasciatele caramellare un pò da ambo le parti poi mettete da parte. 
Per la copertura io ho usato dello zucchero fondente sciolto con 2 o 3 cucchiai di acqua,lo stesso potete fare con lo zucchero a velo,in questo caso la glassa all'acqua avrà un colore più velato.
Non appena il vostro plumcake sarà giunto a cottura lasciate raffreddare bene prima di sformare,quindi guarnitelo con lo zucchero fondente,le fette di arancia e qualche seme di papavero.





































giovedì 19 febbraio 2015

Cavolfiore viola Catanese al gratin

La ricetta di oggi è uno di quei piatti gustosi e semplici che amo tanto,il Cavolfiore al gratin,si lo so in casa si forma un certo odorino cucinandolo,ma ne vale la pena...io lo amo e se non avesse qualche "effetto collaterale" ne mangerei a tonnellate,allora oggi proviamo a farlo gratinato,gustoso e con quella crosticina saporita in superficie non può che trovare l'approvazione dei commensali.Per l'occasione ho usato un Cavolfiore viola,effettivamente è quello che uso sempre perchè qui nel Catanese il cavolfiore ha questo caratteristico colore viola acceso,è veramente pittoresco e molto saporito,in cottura però accade una cosa strana.....perde il suo colore completamente come spiego nella ricetta.
Subito ai fornelli.......















Ingredienti:
 per 2/4 persone (a seconda della fame :P )

 400g di broccolo viola catanese
4uova
150g di pancetta affumicata
 6 fette circa di galbanino o altro formaggio filante
una manciata di parmigiano grattugiato
pan grattato q.b.
sale q.b.
olio evo q,b,
 un pizzico di pepe nero se vi piace


Preparazione:

Vi basterà pulire e sbollentare i ciuffetti di cavolfiore,per chi non lo sapesse il cavolfiore viola in cottura gioca uno strano scherzo....perde il suo meraviglioso colore,subisce come un'ossidazione per cui diventa verde chiarissimo,quindi se vi dovesse capitare state tranquilli è tutto regolare!
se volete dare una nota di sapore in più al vostro cavolfiore vi consiglio di Affogarlo la ricetta la trovate QUI non appena sarà pronto lasciatelo raffreddare in una boule,quindi scolatelo da eventuale brodo di cottura e iniziate a schiacciarlo un pò con una forchetta,unite adesso le uova precedentemente sbattute regolate di sale e mescolate per bene,il cavolfiore dovrà diventare quasi una crema.quindi disponete un primo strato sul fondo di una pirofila da forno,schiacciate ancora e adagiate su qualche fetta di galbanino,pancetta,parmigiano grattugiato e se volete del pepe nero,coprite quindi con un ultimo strato di cavolfiore e finite come precedentemente fatto,aggiungete solo pangrattato ed un filo di olio,mettete in forno preriscaldato e ventilato a 180° per 10/15 minuti,poi lasciate raffreddare completamente prima di sformare e servire.



































venerdì 13 febbraio 2015

Cuori di plumcake con Pasta di Mandorle e Frutta....per una romantica colazione

Una colazione romantica dovevo proprio offrirvela,sono proprio dei cuori deliziosi dal sapore particolarissimo con un retro gusto vagamente amaro dato dalla pasta di mandorla e dal dolce dato dalla frutta,io in questo caso ho usato delle fragole (si lo so non sono di stagione,ma per l'occasione ho voluto fare un strappo ;) ) voi ovviamente potete mettere quello che preferite,mirtilli,lamponi ecc...
dal libro "Alice cucina".









Vi auguro un dolce risveglio....perchè non c'è niente di più appagante che amare e sentirsi amati

















Ingredienti:

per circa 8 cuori

180g di farina
150g di zucchero di canna
150g di burro (più quello per lo stampo)
100g di pasta di mandorle a pezzetti
150g di fragole
3 uova
1/2 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale


Preparazione

Mettete a sciogliere il burro,a parte in una ciotola sbattete con delle fruste elettriche le uova e il burro fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso,quindi aggiungete la farina setacciata con il lievito,il burro fuso,la pasta di mandorle a pezzetti ed un pizzico di sale,unite adesso le fragole in pezzi o altra frutta,mescolata ancora con una spatola.Imburrate adesso i vostri stampini a cuore e riempiteli di composto per  tre quarti,infornate in forno statico e  preriscaldato a 180° per circa 20 minuti,a cottura ultimata lasciate raffreddare prima di sformare,spolverate di zucchero a velo.
Fate una super colazione,accompagnando i cuori ad un buon caffè macchiato o latte.































Vi auguro una giornata all'insegna delle cose più belle,emozioni positive.....amore amore amore
ma anche per domani,dopodomani e per tutta la vita!










mercoledì 11 febbraio 2015

Mini Mud-Cheesecake ai frutti di bosco

In questi giorni ho pensato ad un dolcetto monoporzione che fosse carino ed elegante e che si potesse donare al/la proprio/a  amato/a....e già la festa di S Valentino è vicina e di certo starete pensando a qualche golosità....per chiudere una cena o un pranzo credo che questa Mud-cheesecake sia perfetta,ha quel tocco di golosità alla base che ho voluto proporre con una mud cake (al posto del consueto biscotto)e la freschezza e la delicatezza del mascarpone e frutti rossi.
Ma andiamo subito alla ricetta.....








Ingredienti 

per una monoprozione
vi servirà

 anzitutto un coppapasta quadrato da 10 cm circa e alto 5 o 6 cm

per la base della Mud Cake vi rimando QUI troverete la ricetta
60g di mascarpone
60g di panna zuccherata
1 cucchiaio di zucchero
2 cucchiai di liquori di gelsi neri (o altro frutto a vostra scelta)
1 foglio di gelatina da 3 g circa
poca acqua tiepida
ribes rosso per guarnire o altro a vostro piacere
zucchero a velo o gelatina di frutta

Preparazione

Preparate un vassoietto o un'alzatina sulla quale volete presentare il vostro dolcetto,come fosse un gioiello prezioso.
Mettete subito ad ammorbidire il foglio di gelatina in poca acqua tiepida e iniziate a preparare la base della vostra cheesecake,con un coppapasta quadrato coppate la mudcake dovrà avere un'altezza di circa cm 1,5 non più,adagiatela su un vassoio con carta forno così sarà più facile trasportarla sulla vostra alzatina quando sarà pronta(durante la lavorazione della cheesecake lasciate il coppapasta che toglierete solo alla fine). In una ciotolina iniziate a lavorare il mascarpone con la panna,unite lo zucchero, scaldate appena il liquore di gelsi neri e dopo aver prelevato la gelatina dall'acqua e averla strizzata,unitela al liquore questa si scioglierà completamente e adesso potrete unire il liquore al composto di mascarpone,mescolate bene fino ad ottenere un composto omogeneo quindi versate il tutto all'interno del coppapasta,passate quindi in frigo a rapprendere per bene il tutto,ci vorranno almeno 2 ore,dopo questo tempo,prendete la vostra cheesecake e adagiatela nella sua destinazione di presentazione,ricordate di togliere la c.forno da sotto,quindi sformatela delicatamente dal coppapasta,per questa operazione vi consiglio di passare la lama bagnata finissima di un coltello per staccare bene le pareti,quindi togliete il coppapasta.Guarnite con ribes rosso o altra frutta e spolverate se vi piace con zucchero a velo oppure mettete gelatina di frutta.
Servite e stupite  ;)











                                      A presto

domenica 8 febbraio 2015

Gnocchi con pesto di Cardelli e zucca

Apro la settimana con un primo piatto,e già ho trovato ancora una bella zucchetta al mercato di certo l'ultima sperduta ma  non ho resistito dovevo portarla via con me,io l'adoro e come spesso ho detto la trovo versatile,dolce e gustosa,avevo poi in casa dei cardelli fantastici,me li aveva donati mio cognato che li aveva raccolti nella sua casa di campagna,è una verdura selvaggia da non confondere con i cardi che sono un'altra cosa,i cardelli invece sono delle verdurine spontanee esili a foglia non troppo larga e solitamente si possono gustare bolliti,tipo piatto serale scalda cuore oppure anche crudi in insalata,mio marito ne va matto! ovviamente poi sta anche alla fantasia della padrona di casa declinarli in vari modi; io ho voluto provare un pesto,si proprio così un pesto di Cardelli,non male affatto,più amarostico rispetto al classico pesto di basilico che in questo caso è stato compensato ampiamente da questa dolcissima zucca..Ne è nato un primo piatto delicato,saporito e neanche troppo complicato.... passiamo alla ricetta.....a proposito da voi è giunto il carnevale? mio figlio ha già dato inizio ai festeggiamenti. :)






Mi spiace non avervi offerto uno scatto di questa ottima verdura....la prossima volta non mancherò ?







Ingredienti
per 2 persone


300g di Gnocchi di patate
250g circa di zucca
circa mezzo cucchiaino di cannella
un trito di carote sedano cipolla
sale q.b.
olio evo q.b


Per il Pesto di Cardelli:
andate un pò ad occhio con le dosi

cardelli selvaggi quanto ne bastano per un pesto
30g di pinoli
25g di mandorle
2/3 cucchiai di  parmigiano
olio evo q.b.
sale un pizzico



Preparazione

Iniziate a pulire la zucca,tagliatela a dadi e rosolatela per bene in padella con un trito di cipolla,sedano e carota,dovrà ammorbidirsi ed insaporirsi unite la cannella mescolate e mettete da parte.
Preparate il pesto di cardelli come di consueto,lavate le verdure e prediligete il fogliame per il pesto non i gambi in quanto decisamente più duri e aciduli.Quindi mettete le foglie in un tritatutto con pinoli,mandorle,parmigiano e olio.ricavatene un pesto finissimo e  regolate di sale se necessario.Sbollentate gli gnocchi ci vorrà 2 max 3 minuti quindi conditeli con il pesto e la zucca,servite e gustate.









martedì 3 febbraio 2015

Mud Cake

Si avvicina S.Valentino e di certo molti piccioncini in amore festeggeranno in questo giorno,tutti gli anni mi ritrovo sempre a scrivere e a leggere le stesse cose del tipo....io non festeggio,io si ....è solo una festa commerciale,come il natale e la pasqua.....si dovrebbe ricordare tutti i giorni ecc... ecc.... io credo che non ci sono mai verità assolute,almeno non una che vada bene per tutti,credo più semplicemente che si debba fare quello che si ritiene più giusto,il sentimento d'amore è vero che dovrebbe essere ricordato,celebrato e rispettato sempre e non necessariamente in una data prestabilita,così come per il Natale che è un'altra forma di amore ed espressione di fede,per chi crede e ci si dovrebbe comportare Cristianamente tutto l'anno non solo il 25,stessa cosa per la pasqua e per feste simili che sono ricordate in particolari giorni dell'anno,ma se inevitabilmente presi dalla frenesia del lavoro quotidiano,presi dalla routine,da mille pensieri e mille preoccupazioni a volte ci dimentichiamo di attenzionare chi abbiamo accanto,ci dimentichiamo del Creatore e nervosi come siamo ci dimentichiamo anche di cosa significhi comportarsi Cristianamente,bhè allora non trovo nulla di male se queste date prestabilite ci fanno fermare un attimo a riflettere,poi il commercio siamo noi ad alimentarlo non dimentichiamocelo...pubblicità,vetrine e quant'altro non sono mica infondate c'è un'offerta che bombarda perchè evidentemente c'è una forte domanda,basterebbe invece festeggiare i sentimenti esprimendoli anche solo con un fiore,un gesto,una parola, a San Valentino come in qualsiasi giorno dell'anno.

-Non fate grandi cose,ma piccole cose fatte con grande amore-
(Madre Teresa di Calcutta)



Non vi annoio più promesso e passo subito al dolce....e che dolce!!
La torta che vi propongo oggi è trooooooppo cioccolatosa,va benissimo per festeggiare un sentimento,trabocca decisamente in tutto e la trovo davvero indicativa,inoltre se avete pensato ad una cenetta,la preparazione della Mud non vi porterà via troppo tempo e con un veloce decoro senza molta cura il gioco è fatto la renderete indimenticabile!
 io l'ho impiegata spesso nelle torte,di solito piace tantissimo,vi lascio i link QUI e QUI.
Devo dire che ne ho provate diverse versioni ma questa è quella che mi soddisfa maggiormente.












Ingredienti
per una torta da cm 20 di diametro e alta cm 15

(se il vostro stampo è alto circa 6 cm mettete della c.forno più alta ai bordi almeno dell'altezza complessiva di cm 15,se invece userete uno stampo da cm 24 va bene ma ricordate che la torta verrà molto più bassa e la cottura sarà un tantino più veloce)


Ricetta di Tony Brancatisano

150g di Cioccolato Fondente di buona qualità
400g di zucchero
250g di latte
250g di burro (morbidissimo)
100g di farina 00
100g di farina autolievitante
100g di cacao amaro in polvere
2 uova grandi o 3 piccoli

Per il decoro
 panna fresca q.b.
un cucchiaio scarso di cacao amaro in polvere



Preparazione

Vi basterà sciogliere in una casseruola il cioccolato,burro,zucchero e latte a fuoco lento e mescolando di continuo,quando avrete raggiunto una consistenza omogenea,unite il cacao e le farine setacciandole,mescolate ed in fine unite le uova 1 alla volta,mescolate ancora con vigore fin tanto che l'uovo non si sia ben amalgamato solo allora unirete l'altro fino a completare l'impasto.
Foderate il vostro stampo con carta forno e versate il composto,mettete in forno statico e preriscaldato a 150° per circa 1 ora e 40,regolatevi con la prova stecchino ma ricordate che rimarrà abbastanza umida al suo interno è una caratteristica tipica della mud.
Prima di sformare la torta deve essere assolutamente fredda pena "sfatasciamento" :)

CONSIGLIO:
La Mud è una torta deliziosa ma anche delicata,quindi se pensate di farcirla e tagliarla in strati,prima di procedere vi consiglio di lasciarla almeno un'oretta in frigo,si rapprenderà consentendovi di tagliarla in maniera più sicura e netta,in caso contrario gli strati potrebbero spappolarsi.




















 




               Vi Auguro Buoni Preparativi
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...